Autoproduzione e un pollaio, anche questo serve per vivere al top

Un ritorno al passato per un futuro migliore

Dieci regole per sostenere l’ambiente e vivere meglio. Come?

Lo facciamo tutti o quasi. Avere delle regole per sostenere l’ambiente e vivere meglio i piccoli gesti. ne riassumo dieci, che fanno bene all’ambiente. Ciò che conta è cominciare, nel nostro piccolo e da ciò che ci sembra più “simile”, ciò che più ci piace.

Quella piccola abitudine che proprio non riusciamo a toglierci o introdurne di nuove, dai buoni propositi, sono il segreto dello start.

Cosa significa sostenibilitità?

Sostenibilità accettabile, senza fanatismi, la mia, quella che amo incontrare negli altri, che produce buoni sentimenti e un buon ritmo di vita. 

Ho maturato un’idea di  scelte consapevoli, nel quotidiano senza alcuna fatica, amo l’economia circolare, da sempre, ora in modo più serrato, credo sia meglio riutilizzare, piuttosto che acquistare. Ho imparato a farmi alcune domande in primis, se sia davvero necessario introdurre in casa qualcosa di nuovo.

In queso percorso, curioso, di incontri e ricerca ho scoperto come produrre il sapone, creo cere di soia botaniche, profumate, per la biancheria, le utilizzo al posto dei profumatori per armadi.

Sono una fautrice dl cambio destinazione d’uso, con restauri e restyling puoi cambiare arredamento!

Ricordi il mobile a due ante trasformato in Credenza di contenimento per le mise en place? O le alzatine create con piatti spaiati?

A casa mia tutti gli scarti di carta da ufficio, vengono stoccati per farne carta a mano. Una pratica che amo molto e alla magia dell’impasto, aggiungo fiori secchi del mio giardino, colti e conservati con cura, durante le stagioni. Se vuoi vedere qualche lavoretto puoi consultare il mio Instagram

Non uso più ascensori, soprattutto se i piani da percorrere sono molti, mi garantisco un’attività cardio suppletiva utile alla salute, considerato che in tempo di covid gli ascensori sono una fonte di contagio maggiore, dovrebbero essere evitati.

Cosa fare per migliorare la nostra vita e sostenere l’ambiente?

Nessuno stravolgimento drastico. 

Molte di voi lo staranno già facendo. Ma per chi vive “mille all’ora”, qui potrà trovare qualche spunto.

Le dieci regole per sostenere l’ambiente e vivere meglio, di sostegno all’ambiente che tutti sanno ma che non tutti fanno.

  • Non gettare i mozziconi per terra.  

Scontato? Hai provato ad osservare i bordi strada? 

Se ne conti più di tre, non è così scontato per tutti.

Raccoglili in spiaggia, non solo i tuoi, anche quelli abbandonati, il mare ringrazierà.

Suggerisci a chi li abbondona, di riporli nei posaceneri. Io uso una frase che sortisce sempre un certo effetto e reazioni positive: “Le è caduto il mozzicone”. Evidente, non è così! Ma chi ha orecchie – e buon senso – intende 

  • Non buttare l’olio alimentare nel lavandino: Inquina! Raccoglilo in contenitori e poi conferiscili nei siti preposti o nelle piattaforme ecologiche, oppure informati su dove smaltirlo nel tuo comune. Cerca di smaltire i rifiuti in modo differenziato, ma fallo in modo corretto. Molti non sanno dove inserire i cartoni delle pizze, altri smaltiscono il vetro, cristallo e la porcellana insieme. Utilizza la frazione umida di scarti del cibo come compost- concime per orto e giardini 
  • Chiudi l’acqua ogni qualvolta non ti occorre. Quando lavi i denti, quando ti sbarbi, quando insaponi i capelli in doccia, quando sciacqui i piatti. Se lavi l’insalata recupera l’acqua da dare ai fiori. Hai un orto? Un giardino o un terrazzo con vasi di fiori? Raccogli l’acqua piovana, la potrai utilizzare per annaffiare. 
  • Semina fiori e piante per api e per gli impollinatori. Non applicare pesticidi quando i fiori sono in fioritura potresti recate danno agli insetti utili 

Converti parte dello spazio verde, un frutteto e un orto, anche piccoli, possono recare un cambiamento. Punta su frutta antica, gli alberi sono ornamentali, hanno una buona resa estetica, anche nei periodi di autunno inoltrato, come giuggiolo e corbezzolo.

Coltiva, poche verdure, ma buone, esistono anche orti cittadini e orti sul balcone. Un piccolo appezzamento di terra, con verdure basiche, potrà inoltre regalati grandi soddisfazioni. Punta su pomodori, zucchine, cetrioli, piselli, prezzemolo. Non dimenticarti delle erbe aromatiche come rosmarino timo e basilico  

  •  Rimuovi tutte le funzioni di stand by dagli elettrodomestici semplicemente con una ciabatta multi presa, elettrica. Sospendari così, con un solo tasto, tutti gli interruttori prima di andare a dormire. Pare che vi sia un risparmio in bolletta pari al 10%
  • Prediligi imballaggi di vetro e carta, ambedue materiali che possono essere usati per altre destinazioni o che possano essere riciclati. Cerca soprattutto di acquistare prodotti che abbiano poco imballaggio, va smaltito e in sostanza “lo paghi”
  • Smetti di stirare se non indispensabile. Lava a basse temperature e stendi i panni senza mollette e bene, quando saranno asciutti, piegali immediatamente e ponili nell’armadio sotto agli altri. L’effetto del peso, seppur minimo darà al capo l’aspetto “stirato” e risulterà perfetto. Ahimè lino e camicie dovranno-forse essere stirati- ma non è detto. Appena ci sono belle giornate, sospendi l’uso dell’asciugatrice e stendi all’esterno, sole e aria rendono i panni magnifici, come quelli delle nostre nonne. 

Per vestirti prediligi tessuti come cotone, lino e canapa. Il lino va bene anche in inverno. Sono fibre che fanno parte dei tessuti più ecologici presenti in natura, sono ecosostenibili. Per coltivare le piante è  richiesta  poca acqua, nessun pesticida ed è una della piante più efficienti nel convertire l’anidride carbonica in ossigeno.

Inutile dirlo: torna ad usare i fazzoletti di tela.

  • Se elimini i peli superflui, utilizza i rasoi multiuso. Quelli dei nostri nonni. Si sostituisce solo la lametta a bassissimo costo. Costi e tempi smussati ed è esteticamente funzionale. Per il flusso mestruale, usa la coppetta mestruale, molto più ecologica oppure punta su apposite mutande assorbenti lavabili.
coppetta mestruale
  • Utilizza la moka per fare il caffè! Le cialde, se non ti occorrono per farne collane, diventano eccessivi rifiuti inutili. 
  • Acquista a chilometro zero. La mia mission sono le uova e il benessere del pollame, qualunque sia la loro destinazione alimentare, in vita devono stare bene. Acquista uova provenienti da allevamenti biologici e non intensivi. E se proprio vuoi la ciliegina sulla torta e hai la possibilità, alleva un paio di galline. 

Per antonomasia la prima autoproduzione, vera, per me è questa: il pollaio e le galline. Le mie sono soprannominate #gallinefelici. Hanno altalena, spa con sabbia, specchio e lampadario nel pollaio.

Ma cosa c’è di più bello del raccogliere l’uovo dal nido? 

Possiedo un pollaio domestico con galline ornamentali ed ho provato l’ebrezza della cova in incubatrice. Esperienza unica. Al momento i pulcini sono in fase di svezzamento all’aperto protetti e delimitati dal recinto.

Con un pollaio anche le dinamiche familiari cambiano, aumenta la sensibilità e la responsabilità verso l’animale. 

Nei bambini e ragazzi si amplifica la sensazione di “dovere” perché le galline hanno priorità, anche di orari e luce e non sono animali scontati. 

Per il mio progetto di autoproduzione per la cova dei pulcini e il loro svezzamento ho utilizzato i prodotti di Novital se vuoi comprendere meglio la mia esperienza e veder i Prodotti cerca: 

Sono nati i pulcini. Senza chioccia

Incubatrici per uova di gallina. Un progetto di autoproduzione e decrescita

L’azienda, Novital è una storica azienda del varesotto che progetta e realizza prodotti zootecnici made in italy . In chiave moderna offre supporto per gli antichi mestieri, sostiene i piccoli allevatori con soluzioni  pragmatiche e funzionali.

Il Recinto per i pulcini  sempre di Novital è un prodotto ideale per lo svezzamento dei pulcini. Puoi vedere il video In Instagram su @amandadeni. Consente il razzolamento outdoor e indoor, facilitando il pascolo controllato. È composto da moduli componibili, lavabili e disinfettabili, facilmente assemblabile e disponibile con soluzione salvaspazio sino al successivo utilizzo. 

Indispensabile per i miei pulcini.

Qui puoi vuoi vedere i video esplicativi sul montaggio incubatrice Novital 24 digitale, come incubare uova di gallina e la speratura

2 Commenti

  1. Grazie Amanda,
    Alcune cose sono già nelle mie abitudini, per altre ho trovato spunti interessanti.
    Non so se arriverò alle galline, ma sicuramente cercherò di fare un pochino di più ogni giorno.

Lascia un commento