Come dare nuova vita ad un mobile, un restyling conservativo di un vecchio mobile nel rispetto delle linee originarie, a regola d’arte e con finitura naturale

Nulla si butta il mio motto.

Immagina una sera di ottobre dello scorso anno, temperatura frizzante e l’imbrunire che incede.

Fuori da un’abitazione erano accatastati una serie i mobili destinati alla discarica. Pochi attimi per decidere di suonare quel campanello.

Mobili pittore

 La proprietaria, un’anziana signora, mancata da poco ha lasciato in eredità ai nipoti la dimora.

Come spesso accade nei cambi di proprietà, qualche oggetto viene inevitabilmente eliminato

Questa azione di ripulisti, nel momento propizio, ha permesso questo mio recupero ed ho salvato due arredi, che vedrete a casa mia.

La magia di questo mobile è più profonda, affonda le sue radici nell’arte perché appartenuto ad un pittore, architetto, “industriale svogliato”.  Cosi definito dalla figlia (l’anziana signora) nonché persona di cultura e spessore, vissuto tra il 1937-1973.

Paolo Candiani, tra le firme della pittura italiana di qualità, le sue opere: nature morte, paesaggi montani e toscani, fondatore di numerose istituzioni culturali ed artistiche dell’alto milanese, presidente dell’accademia delle belle arti i Brera e fondatore del liceo artistico Paolo Candiani di Busto Arsizio.

Il pittor-architetto, possedeva questo mobile e lo usava per conservare i materiali necessari per dipingere? Era nel suo studio? Sono queste le domande che cercano riposte

Combattuta per un’intera estate, su come rifinirlo, sono passata attraverso stili e colori più disparati: i miei amati verdi, ma anche gli azzurri, poi anche il burro e l’immancabile bianco.

Ho poi ceduto al compromesso di colorare in verde menta l’interno ed i profili esterni in cornice.

Invece poi… 

Il richiamo del naturale ha prevalso e dopo aver pulito con molta accuratezza, carteggiato profondamente, la risposta è stata chiara 

Per procedere è necessario considerare tutte le variabili, non ultimo, il luogo e la destinazione del mobile.

Immaginazione è la parola che ha riecheggiato, per valutare le scelte più idonee. Le decisioni sono state ponderate, affinché non ci si possa stancare.

Come ho proceduto nel restauro del mobile?

Ho pensato di una valorizzazione la parte superiore, lasciando a vista le cellette numerate in ordine crescente, anche con le mezze misure dall’1 al 27. Ho quindi rimosso le ante nella parte superiore.

Mi sto ancora chiedendo a cosa servissero, ed ho trovato una spiegazione romantica, pensando che il pittore conservasse lì i suoi pennelli 

Quali sono i prodotti per restaurare il mobile?

Paglietta metallica grossa e fine

Sgrassatore Omniclean ( da diluire con acqua 1:10)

Pennello standard

Pennellino piccolo

 “vernice” grandiose olio di cera dura  grandiose naturale

Carta abrasiva del 180

Smerigliatrice elettrica 

Panno di cotone

Panno-feltro per protezione ambienti

Acrilico bianco e nero (per ripassare i numeri)

Vediamo come restaurare un mobile, passo dopo passo

Ho provveduto dapprima alla rimozione dello sporco

Ho deterso bene con lo sgrassatore e ripulito i punti difficilmente raggiungibili con l’attrezzo, utilizzando la paglia di acciaio sottile

Con una smerigliatrice elettrica e carta abrasiva del 180, ho carteggiato profondamente

Mi sono aiutata con dello sverniciatore all’acqua di Autentico per rimuovere le macchie di vernice più ostiche

Ho ottenuto quindi l’effetto finale: il legno grezzo

Ho applicato una mano di Olio di cera di Autentico, che mantiene la nuance naturale, ravvivando il legno grezzo, con effetto opaco

Nell’applicazione è necessario utilizzare un pennello dedicato che poi verrà buttato.

È utile lasciare riposare il prodotto a testa in giù mezz’ora prima dell’utilizzo.

Io l’ho applicato “tirandolo” molto” per me era necessario mantenere l’effetto naturale quando più possibile ma donando una patina ravvivante e protettiva

Subito dopo avere passato la pennellata, ho steso e asciugato il prodotto con un panno di cotone

Ho lasciato areare bene la stanza in cui è alloggiato il mobile

restauro del mobile, restyling , mobili a colori , autentico paint, Amanda deni , casa facile

Puoi anche vedere il video del restauro o visitare i miei profili Instagram @amandadeni e Pinterest @amandadeniRT per vedere i video dei miei restauri 

Ti potrebbe interessare Nuova vita al mobile, Recupero Creativo:la valigia

Le vernici Autentico sono distribuite da Mobili a Colori li trovi a Varese in

Viale Belforte,178
21100 Varese
tel-fax. 0332335835
cell. +39 3316824360 con Whatsapp

Orari di apertura: da martedì a sabato 9.30/12.30 e 15/19

Negozio Online: www.mobiliperpassione.it/negozio/

Condividi

1 Commento

  1. Mi ha molto emozionato leggere la storia di questo mobile. Sarebbe stato bello poter rispondere a tutti quegli interrogativi. Hai fatto un vero capolavoro Sei davvero bravissima, complimenti
    A presto
    Marianna

Lascia un commento